All’inizio

…Mohamad e Pietro erano sul ciglio del marciapiede, poco distanti da un centro di accoglienza, intenti a frantumare con un sasso un panino con mortadella.

Al mio interessamento hanno risposto con un sorriso, mostrando la bocca priva di denti.

Fu un segnale: in quel momento, e loro non lo sapranno mai, germogliò l’idea di un nuovo servizio di volontariato, necessario ed urgente per tanti altri fratelli in difficoltà come loro, “gli ultimi”.

laura_ugolini

Laura Bruno Ugolini

Perché ci siamo

Scopo del nostro Centro è innanzitutto quello di responsabilizzare i nostri pazienti all’importanza del cavo orale, visto non come un sistema a se stante, bensì come espressione dell’essere umano nella sua finalità.

È fondamentale per la nostra equipe odontoiatrica donare qualità anche a quelle persone che, per motivi vari, non potrebbero permettersela, per migliorarsi non solo dal punto di vista estetico e funzionale, ma anche e soprattutto dal punto di vista psicologico, attraverso la valorizzazione dell’intera persona e il miglioramento del proprio status vivendi attuale e futuro.

“I poveri non ci chiedono di andarli a raggiungere nella loro miseria, ma di aiutarli ad uscirne dignitosamente”.

Padre Giuseppe Menichelli

Il progetto

“La cura della persona come elemento di integrazione sociale”.

L’Associazione Solidarietà Vincenziana, nella sua opera di reinserimento sociale delle persone emarginate, ha potuto notare che l’aspetto e la cura delle persone sono elementi fondamentali per l’accettazione da parte della “società civile” di soggetti che vivono in condizione di povertà e trascuratezza.

Al fine di facilitare l’integrazione scolastica e lavorativa, questa associazione ha avviato un programma di cure odontoiatriche allo scopo di curare il problema sanitario e l’aspetto della persona.
L’uomo sente fortemente il disagio che gli viene dal suo aspetto fisico quando questo è compromesso nell’aspetto estetico. La magrezza, la grassezza, una deambulazione inefficiente, la perdita dei denti, possono spesso essere determinanti per portare all’esasperazione ed al ripiegamento dell’essere umano su se stesso, con la perdita di ogni interessa per la vita. Anche il lavoro, già tanto precario, con i predetti presupposti fisici e morali, viene penalizzato od addirittura diventa introvabile.

L’uomo ha diritto a vivere in buona salute.

Tale diritto urge in tutti e tutti debbono rispettarlo e concorrere a farlo rispettare.

Noi non dobbiamo e non possiamo dimenticare d’essere costituiti da due elementi inscindibili: uno è il nostro corpo che ci mette in rapporto con gli altri ed è lo strumento con cui ci esprimiamo, l’altro è lo spirito che usa questo corpo ed in esso alberga.

Trascurare il corpo è compromettere la serenità dello spirito e le sue scelte. La sofferenza fisica compromette seriamente la vita dell’uomo e rende la realtà vissuta più difficile da accettare.
Curare e curarsi è un nostro dovere, non solo per alleviare la sofferenza del corpo, non solo per debellare le malattie, ma per dare equilibrio al corpo e alla mente.

Dal 1996 l’Associazione Solidarietà Vincenziana offre cure odontoiatriche gratuite a bambini, giovani, adulti e anziani in difficoltà economica, sia italiani che stranieri.

Nel 1996 fu fondato il primo centro odontoiatrico in un piccolo locale della Parrocchia San Crisogono in Largo De Matha 3, in zona Trastevere.

Nel 2004, per ampliare il servizio, il centro odontoiatrico si è trasferito nei locali della Congregazione delle Suore di Santa Marta in via Virginio Orsini 1, in zona Prati, dove tuttora risiede.